CAMPANIA – Costi della politica, arrestato un consigliere regionale

A Massimo Ianniciello, il consigliere regionale campano, del Pdl, arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza, è stato sequestrato anche un appartamento fino all’ammontare di circa 64mila euro, pari all’importo della presunta truffa che gli viene contestata dalla Procura della Repubblica di Napoli. L’inchiesta riguarda i fondi pubblici erogati per la comunicazione, che costituisce uno dei filoni dell’indagine sull’uso dei finanziamenti ai gruppi politici del Consiglio regionale della Campania.

La Guardia di finanza ha eseguito anche una perquisizione nell’abitazione del consigliere regionale Fulvio Martusciello, ex capogruppo del Pdl in Consiglio regionale e attuale consigliere delegato per le Attività produttive. Nei confronti di Martusciello – a quanto si è appreso – viene ipotizzato il reato di concorso nella truffa contestata a Ianniciello.

In particolare, il coinvolgimento di Martusciello riguarda la sua passata funzione di capogruppo regionale del Pdl e sarebbe in relazione all’obbligo di controllo della regolarità dei rimborsi che vengono erogati dai capigruppo ai singoli consiglieri.

 

 

Lascia un Commento