CAMPANIA – Cia, calo del 70% nella produzione delle castagne

Produttori di castagne preoccupati in Campania per i danni derivanti dalla siccità e prima ancora della vespa cinese. Il calo di produzione è stimato in circa il 70% e in alcune zone non si raccogliere affatto. Oltre al danno economico, che ammonta a milioni di euro, nelle zone più vocate si teme anche per il rischio incendi che in questo periodo stanno martoriando tutta la Regione.

Secondo Salvatore Ciardiello, presidente della Cia della Campania, si prevede una stagione in “rosso” a livello nazionale per le oltre 34mila imprese del comparto, che tra il 1999 e il 2007 hanno potuto contare su una produzione pari a un valore medio di ben 46 milioni di euro di cui il 55% di appannaggio della regione.

Lascia un Commento