CAMPANIA – Bilancio. Per Caldoro una manovra snella che guarda al futuro

Il presidente della giunta regionale campana, Stefano Caldoro, intervenendo ieri in Consiglio regionale in merito alla discussione sulla manovra di bilancio da 22 miliardi di euro ha utilizzato due parole chiave per definire il provvedimento: sobrietà e rigore. Sobrietà e rigore che secondo Caldoro passano inevitabilmente dalla lotta agli sprechi e la riqualificazione della spesa. Trasporti e sanità la fanno da padroni anche in questo bilancio. Su questi temi Caldoro ha parlato di buone notizie in arrivo. “Sulla sanità – ha detto – abbiamo ridotto il deficit del 50% con un rientro da 500 a 250 milioni”. Un risultato che dovrebbe consentire alla Campania di sbloccare risorse per i pagamenti e per garantire il miglior funzionamento possibile del sistema sanitario e dell’assistenza. Quanto al trasporto pubblico locale la Regione, stando alle dichiarazioni del governatore, è riuscita a bloccare la propensione verso ulteriori tagli che avrebbero portato nel 2015 una riduzione delle entrate nella misura dell’80%.

Lascia un Commento