CAMPANIA – Batterio killer, nessun caso

I consumatori campani possono stare tranquilli in merito all’epidemia Escherichia Coli che in Germania ha provocato oltre 20 vittime. Il Ministero della Salute ha comunicato che il Campania non c’é stato nessun caso di contaminazione di prodotti alimentari dal batterio killer. La professoressa Maria Triassi, dell’Università Federico II di Napoli e componente della Giunta Nazionale della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica, consiglia alcune importanti raccomandazioni sull’igiene in ambiente domestico, per fornire a tutti i consumatori campani uno strumento di prevenzione di tutte le tossinfezioni da alimenti, anche in considerazione delle precarie condizioni igieniche di molte zone del nostro territorio, dovute alla giacenza sulle strade di cumuli di rifiuti non raccolti. Il lavaggio delle mani con sapone rappresenta lo strumento più importante per la prevenzione. La frutta e la verdura vanno lavate con abbondante acqua corrente per diversi minuti effettuando almeno due risciacqui. Le superfici di preparazione e gli utensili vanno mantenuti puliti, particolarmente quando si passa dalla preparazione di un alimento ad un altro. Una accurata cottura degli alimenti, soprattutto quelli di origine animale, garantisce una significativa azione di bonifica nei riguardi dei batteri. Infine, occorre evitare di conservare a temperatura ambiente alimenti cotti o crudi pronti per il consumo, “riponendoli in frigorifero, ben coperti o chiusi in contenitori appositi e riscaldandoli adeguatamente, se necessario, prima del consumo”.

Lascia un Commento