Campania e Basilicata potenzialmente coinvolte nella caduta di frammenti della stazione spaziale cinese

Anche la Campania e la Basilicata sono regioni potenzialmente coinvolte nella caduta di frammenti della stazione spaziale cinese.

Al momento, infatti, non è ancora possibile escludere la remota possibilità che uno o più frammenti della stazione Tiangong-1 cadano sull’Italia: la possibilità è dello 0,2%.

La previsione di rientro sulla Terra del satellite è stimata per domani 1 aprile alle 11.26 (ora italiana), con una finestra di incertezza di circa 12 ore.

Lo comunica la Protezione civile sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana durante l’incontro del tavolo tecnico che si è riunito ieri pomeriggio presso la sede del Dipartimento.

Secondo le stime le regioni potenzialmente coinvolte sono oltre a Campania e Basilicata, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Lazio, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Lascia un Commento