Campania, al via il progetto ‘Allevamento Custode’ 

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Parte in Campania il progetto “Allevamento Custode”. Parola d’ordine è sostenibilità, dalle razze bovine Agerolese e Podolica, agli ovini di razza Laticauda e Bagnolese, ai caprini della Cilentana e Napoletana ed al Suino Nero Casertano. L’obiettivo è la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità animale di interesse zootecnico campano, con il fine di preservare l’ambiente in cui si alleva.

 

Parte così il progetto “Allevamento Custode” grazie alla collaborazione dell’Associazione Italiana Allevatori-A.I.A., l’Associazione Allevatori Campania e Molise (AACM), insieme al mondo della ricerca di settore.

“Questo nostro importante progetto – spiega il presidente dell’Associazione Allevatori Campania e Molise, Davide Minicozzi – prevede una serie di interventi che coinvolgeranno gli allevamenti di animali appartenenti a popolazioni locali campane e razze autoctone di interesse zootecnico, che sono fortemente caratterizzanti il territorio della nostra regione, con evidenti legami con le più tipiche produzioni agroalimentari”. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Lascia un Commento