Campania ad elevato rischio sismico, una riflessione del geologo Ortolani

Circa il 9% del territorio italiano, appartiene alla zona sismica 1 (la più pericolosa). Una percentuale assai più elevata in alcune regioni: circa il 50% in Calabria, il 33% in Abruzzo, e tra il 20 e il 30% in Basilicata, Campania, Molise e Umbria.

Complessivamente, "il numero di abitazioni residenziali della zona 1 ammonta a circa il 5,6% del totale delle abitazioni italiane.

Dunque un pericolo concreto che necessità di risposte urgenti anche in termini di prevenzione.

Ne abbiamo parlato con il professore Franco Ortolani, geologo e docente presso l’Università Federico II di Napoli 

Riascoltalo QUI

Franco Ortolani sismicità

Lascia un Commento