Camorra, alleanza sull’asse Pontecagnano – Castellammare per l’omicidio Autuori. 5 arresti

Un’alleanza sull’asse Pontecagnano – Castellammare di Stabia per eliminare fisicamente colui che si riteneva un intralcio all’attività del clan. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri dell Compagnia di Battipaglia indagando sull’omicidio di Aldo Autuori avvenuto a Pontecagnano ad agosto del 2015.

Per quei fatti, questa mattina sono stati eseguite 5 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di due rappresentanti del clan Pecoraro Renna operante nella Piana del Sele, Francesco Mogavero ed Enrico Bisogni, e di tre appartenenti al clan Cesarano di Castellammare, Francesco Mallardo, Stefano Cecere e Luigi Di Martino.  Tutti già in carcere per altri reati eccetto Cecere di fatto latitante fino all’operazione di oggi. 

I primi due sono ritenuti i mandanti dell’efferato omicidio. Mogavero e Bisogni avevano di fatto condannato a morte Autuori, reo, una volta uscito dal carcere, di aver allestito delle attività criminali che intralciavano quelle del clan Pecoraro Renna.

Forti di un’alleanza con il clan del vesuviano, con il tramite di Di Martino e Cecere, furono intessuti molteplici contatti e seguenti incontri con Mallardo, capo indiscusso del clan Cesarano che mise a disposizione i suoi killer per eliminare Autuori. 

L’indagine ha dimostrato come i clan della camorra, anche in diverse zone della regione, siano strettamente collegati tra di loro per il rispetto del predominio nella rispettiva “area di competenza”.

In conferenza stampa stamattina abbiamo intervistato il procuratore aggiunto della Procura di Salerno, Luca Masini e il comandante dei Carabinieri, maggiore Enrico Calandro  
Masini e Calandro

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento