Camerota, sversamenti abusivi in mare. Ordinanza del sindaco  

Numerose segnalazioni sono giunte al comune di Camerota da parte di residenti e turisti su  sversamenti abusivi nelle acque del mare e su cattivi odori provenienti dalle fognature di stabilimenti balneari.

La conseguenza diretta è il danno all’immagine del territorio, ogni anno visitato da moltissimi turisti, ma anche il grave disagio vissuto dai cittadini.

Subito il sindaco Mario Scarpitta è intervenuto con una ordinanza che impone agli stabilimenti balneari di «procedere con periodicità regolare allo svuotamento degli impianti fognari, per prevenire ogni fenomeno di fuoriuscita di esalazioni e liquami. I titolari dei lidi dovranno accertare l’esatto adempimento e la periodicità di svuotamento delle vasche, consegnando, a mano o tramite pec, la documentazione certificata entro 5 giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza.

Lascia un Commento