Camerota, sequestrati i parcheggi nell’area del Mingardo. Ascolta le denunce di balneari e turisti

8 parcheggi abusivi sono stati sequestrati nei pressi del costone roccioso di Cala del Cefalo di Marina di Camerota. 12 persone invece sono state denunciate per occupazione di suolo demaniale e deturpamento dell’ambiente.

Il blitz dei Carabinieri è scattato ieri dopo che un grosso masso, nei giorni scorsi, si è staccato dal costone roccioso sovrastante sull’auto di un turista parcheggiata in una delle aree sequestrate, fortunatamente senza gravi conseguenze per le persone.

A pagarne le conseguenze sono però soprattutto i frequentatori della spiaggia del Mingardo e gli stabilimenti balneari della zona che usavano le aree aree per il parcheggio delle auto dei propri clienti.

Sono circa duemila i posti auto sequestrati. Ora il sindaco predisporrà le navette  per raggiungere le spiagge del Mingardo.

La nostra Carmela Santi ha raccolto lo sfogo dei balneari e dei turisti

Ascolta le loro voci
Parcheggiatori Mingardina

Lascia un Commento