Camerota (SA) – Bimba di tre anni rischia di annegare, salvata da un medico

Momenti di autentico terrore si sono vissuti ieri pomeriggio sulla spiaggia di Lentiscelle di Camerota quando una bimba di 3 anni, originaria di Napoli, ha rischiato di annegare. La piccola, in vacanza con la famiglia, stava giocando sul bagnasciuga quando, per motivi ancora da chiarire, avrebbe perso i sensi finendo con la testa nell’acqua. A dare l’allarme due bambine della stessa età che hanno cominciato ad urlare attirando l’attenzione dei famigliari. La bimba, è stata tirata fuori dall’acqua ma respirava a fatica. Provvidenziale l’intervento di un medico rianimatore dell’ospedale di Sapri, Gerardo Guzzi, che si trovava in vacanza sulla spiaggia. Il medico in attesa del 118, ha eseguito le manovre di rianimazione con l’aiuto di due bagnini facendo in modo che la piccola riuscisse ad espellere l’acqua che aveva già riempito i polmoni e riacquistasse lentamente i sensi. La bimba è stata trasferita all’Ospedale di Vallo della Lucania ma non è in pericolo di vita. Tra l’altro, solo pochi giorni fa, i titolari dello stabilimento di Lentiscelle, hanno acquistato un defibrillatore per soccorrere i bagnanti in caso di necessità.

Lascia un Commento