Camerota, riprendono i lavori dopo il ritrovamento di ossa a febbraio

Dopo oltre 4 mesi di stallo, possono riprendere i lavori in Piazza Castello, a Camerota, dove lo scorso 26 febbraio furono ritrovate delle ossa umane, probabilmente risalenti al 1700.

Il ritrovamento causò lo stop ai lavori. Ieri mattina si è tenuto un nuovo sopralluogo da parte dei tecnici comunali, l’impresa ed un archeologo, pertanto è stato stabilito di riprendere l’intervento.

In particolare è stato stabilito di procedere alla copertura delle aree precedentemente scavate, compresi gli ossari e i resti di muratura rinvenuti, ad esclusione dell’area del “palmento”, che successivamente sarà ricoperto da una teca per la musealizzazione permanente; e di procedere con il reinterro parziale delle murature esistenti nell’area antistante il castello, per preservare e tutelare i rinvenimenti.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento