Camerota, due anni fa la tragedia al Ciclope. Il papà di Crescenzo “è stato ammazzato per soldi”

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Sono passati due anni da quando Crescenzo Della Ragione, 27enne originario di Mugnano di Napoli, perse la vita a causa di un masso che si staccò dalla parete rocciosa del Ciclope, a Marina di Camerota.

Era la notte tra il 10 e l’11 agosto del 2015.

 

Il ragazzo era davanti all’ingresso della discoteca quando fu colpito dalla grossa pietra che non gli lasciò scampo. 

A distanza di due anni il papà Antonio attende ancora giustizia

“Mio figlio – ha detto – é stato ammazzato per soldi. Mi auguro che i responsabili paghino non soltanto penalmente ma moralmente. Devono essere puniti dalla propria coscienza. Ed è giusto che paghino tutti, anche chi non ha vigilato”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp