CALCIO – SALERNITANA E CAVESE SCOMPAIONO DAL CALCIO CHE CONTA

La Salernitana è fuori dal calcio con la cancellazione dalla Lega Pro sancita ieri sera con la mancata iscrizione divenuta impossibile a causa dei debiti che hanno travolto la società granata e l’impossibilità di ricapitalizzarla. Occorrevano circa 3 milioni di euro e, nonostante le trattative con possibili acquirenti, alla fine tutto è naufragato. Nell’ultimo giorno utile, la società non ha soddisfatto nessuno degli adempimenti fissati dalla Lega per ottenere il via libera al prossimo campionato. La Salernitana ora può ripartire solo dalla serie Dilettanti dopo 90 anni di calcio che conta.
E scompare dal calcio professionistico anche la Cavese che non è riuscita ad iscriversi al campionato di Seconda Divisione. Inutili i frenetici contatti ed i ripetuti incontri susseguitisi negli ultimi giorni, che non sono serviti ad evitare quella che rappresenta una delle pagine più nere ed umilianti per lo sport cittadino e per l’intera città metelliana. “Abbiamo fatto tutto quanto fosse nelle nostre possibilità, ma non siamo riusciti a reperire le somme necessarie. Siamo al fianco della tifoseria per ogni ulteriore iniziativa per il rilancio del calcio a Cava de’ Tirreni”, dichiara il sindaco Marco Galdi.

Lascia un Commento