CALCIO – Pene fino a otto anni per scontri Avellino-Salernitana del 2006

Pene dure per chi devasta gli stadi. La Cassazione ha confermato le pena a otto, sei e cinque anni per quattro ultrà che misero a ferro e fuoco lo stadio “Partenio” di Avellino durante il derby tra i biancoverdi e la Salernitana del 5 novembre 2006. I quattro erano accusati di aver aggredito i poliziotti, lanciato dagli spalti oggetti contundenti, divelto pezzi di plexiglass, provocato tafferugli anche in prossimità dei varchi dello stadio.

Lascia un Commento