CALCIO – Napoli, febbre tricolore. Salerno, tra il futuro e lo… Scudetto

COPPA ITALIA – Manca solo Walter Gargano nella lista dei convocati diramata da Mazzarri, per la gara di domani. Sono 22 i calciatori che partiranno per Roma e che stasera, alle 18, svolgeranno la seduta di rifinitura all’Olimpico. La conferenza stampa del tecnico livornese, prevista inizialmente per le 17.30 è stata spostata alle 19.30. Dopo che avranno parlato già Conte e Del Piero.
Sul fronte formazioni, non dovrebbero esserci novità clamorose: gli Azzurri punteranno tutto sul trio dei tenores Cavani, Lavezzi e Hamsik. Nella Juventus, orfana di Chiellini, giocherà Del Piero dal primo minuto, con Vucinic al suo fianco. Per il capitano bianconero sarà l’ultima gara con la maglia della Juventus: si chiuderà dopo 19 anni una lunga storia d’amore.
Napoli-Juventus sarà diretta da Brighi di Cesena. Il 39enne fischietto romagnolo, alla decima stagione di serie A, sarà affiancato dagli assistenti Niccolai e Copelli. Il quarto uomo sarà Bergonzi.
La gara avrà inizio alle ore 21.
SERIE B – La carica dei 10.000 per battere il Padova. Le due Nocera si uniscono per stare al fianco della squadra rossonera, chiamata domani pomeriggio a compiere l’impresa al San Francesco dove sarà di scena il Padova di Dal Canto. I veneti sono in lotta per i play-off, la Nocerina, invece, invoca i tre punti per dare fondamenta alle speranze di salvezza, annacquate dalla sconfitta di sette giorni fa a Crotone.
Ha recuperato capitan Bruno, è a rischio Castaldo.
Auteri deciderà la formazione da mandare in campo solo poche ore prima del fischio d’inizio.
La Nocerina deve vincere e aspettare buone notizie dagli altri campi.
Il difensore Laverone, tuttavia, invita tutti a non farsi distrarre da ciò che accade altrove.
LEGA PRO – A 24 ore dalla gara con la Vigor Lamezia, Gianluca Grassadonia ancora non si sbottona sull’undici che manderà in campo al “Marcello Torre”. Pretattica ma anche necessità: le assenze di Scarpa e Tricarico e le condizioni non ottimali di qualche altro elemento della rosa, costringono il tecnico della Paganese a non dare indicazioni sulla formazione anti Lamezia.
Il dubbio riguarda gli uomini da mandare in campo, ma pure il modulo: 4-4-2 o 3-5-2?
SERIE D – Salerno calcio, ha la mente rivolta al mercato e alla squadra che verrà, ma intanto deve battere l’Hinterreggio per continuare la corsa verso la conquista dello Scudetto. Si giocherà all’Arechi, dove ieri sera in 3.000 sono accorsi per rivedere le vecchie Glorie della Salernitana degli Anni Novanta, impegnate contro una selezione russa.
Applausi e cori per tutti, un’attenzione particolare l’hanno ricevuta Chimenti, Pisano, Vignaroli, Tudisco, e Grimaudo: giocatori-simbolo della storia più recente della squadra granata.
Giornata di play-off per la Sarnese, che dopo aver superato il Brindisi, affronterà allo “Squitieri” la Lavagnese. I liguri, giunti quinti nel girone A, hanno già battuto finora il Chieri e il Santhià e puntano al tris.
La squadra di Pirozzi, tuttavia, non ha intenzione di fermarsi: arrivare fino in fondo nella competizione, potrebbe regalare chance di ripescaggio in Lega Pro.
Per la salvezza è sfida play-out tra la Real Nocera e il Grottaglie.
ECCELLENZA (GIRONE B) – Colpo di scena a meno di 48 ore dalla finalissima play-off tra Montecorvino Campagna e Città de la Cava. Il prefetto di Salerno ha optato per lo spostamento della sede del match, che si disputerà al “Pastena” di Battipaglia e non più al “Dony Rocco” di Campagna. Motivi di ordine pubblico alla base della decisione: il settore ospiti del “Rocco” accogliere solo 200 tifosi.
In un primo momento la dirigenza del Montecorvino, per protesta, aveva annunciato il ritiro della squadra dal campionato, poi nella serata di ieri è ritornata la calma: accettato, seppur malvolentieri, il cambio di sede, il club del presidente Apicella ha scelto di giocare al Luigi Pastena di Battipaglia.
L’ingresso sarà gratuito.

Lascia un Commento