Calcio: Corte Figc conferma, Nocerina fuori da Lega Pro

La Nocerina è fuori dalla Lega Pro. Lo ha confermato ieri sera la Corte di Giustizia della Figc che ha respinto il ricorso della società rossonera, confermando la condanna decisa dalla Commissione Disciplinare lo scorso 29 gennaio in relazione al derby farsa con la Salernitana, interrotto il 10 novembre scorso dopo 20 minuti di gioco per raggiunto numero minimo dei giocatori.

Nocera Inferiore quindi perde il calcio professionistico e attende ora di sapere dal Consiglio federale in quale campionato ripartirà. La Corte, presieduta da Gerardo Mastrandrea, ha respinto anche gli appelli di tutti gli altri ricorrenti. “E' stata una delle pagine più brutte del nostro calcio”, aveva detto ieri il procuratore, Stefano Palazzi, riferendosi agli infortuni inscenati dai giocatori, che alla vigilia del match erano stati minacciati dai propri sostenitori a cui era stata vietata la partecipazione alla trasferta all’Arechi di Salerno. E i giudici hanno accolto in pieno la tesi dell’accusa. Il club nocerino, invece, si era appellato alla Corte sostenendo che l’esclusione dal campionato equivale alla radiazione della società. Ma nessun dirigente ha comprato o venduto la partita sosteneva la difesa. 

Alla fine della Camera di consiglio è stato confermato anche lo stop di tre anni e mezzo per l’ex presidente Luigi Benevento, il dg Luigi Pavarese, il medico Giovanni Rosati, il tecnico Gaetano Fontana e il suo vice Salvatore Fusco. Rimane la squalifica di un anno per i calciatori Kostadinovic, Hottor, Remedi, Lepore e Danti.

Lascia un Commento