Cadavere di una donna trovato nella zona industriale a Salerno, è mistero sull’identità

E’ ancora mistero sull’identità del corpo senza vita di una giovane donna in avanzato stato di decomposizione e con pochi indumenti addosso recuperato nel pomeriggio di ieri in un terreno agricolo della zona di San Leonardo a Salerno.

A far scattare l’allarme è stato il proprietario di un fondo agricolo di via Fondo Dattero, nella zona a confine tra  via San Leonardo e via de Carrari,  che attirato da un cattivo odore si è accorto della presenza del cadavere ricoperto dalla vegetazione. Sul posto sono immediatamente giunti gli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile di Salerno

Da una prima ispezione il cadavere della donna, che indossava pantaloni mentre il busto era scoperto,  così come è stato ritrovato, non sono stati riscontrati segni di violenza alla schiena.

Potrebbe trattarsi di una giovane donna ma ciò che resta da chiarire sono le cause del decesso e soprattutto se la vittima sia morta nella zona agricola dove è stata ritrovata tra via de Carrari e Via San Leonardo.

E’ proprio la scena del crimine ad assumere un particolare valore investigativo. Proprio nella stessa zona poco distante,  il 31 dicembre del 2015 fu rinvenuto un altro cadavere, sempre di una donna, una prostituta straniera, una cittadina rumena originaria di Galati, vicino alla frontiera con la Repubblica di Moldavia e l’Ucraina, corrisponde al nome di  Alina Roxana Ripa, di 34 anni di età.

Le attività d’indagine ad oggi ancora non hanno portato ad individuare il responsabile dell’omicidio anche se gli inquirenti stanno seguendo una pista ben definita tuttavia coperta dal massimo riserbo.

Ora è mistero sul ritrovamento di quest’altro cadavere. L’autorità giudiziaria ha già incaricato il medico legale. Si attende l’esito dell’autopsia disposta sul corpo della donna ritrovata anche in questo caso priva di documenti

Lascia un Commento