Buccino (SA) – Rischio chiusura per la Profilati Italia: presidio dei lavoratori

Sono da quattro mesi senza lavoro e senza stipendio i circa 100 lavoratori dello stabilimento di Buccino della Profilati Italia che produce alluminio per conto della Alnor di Brescia. Aperta nel 1990 la fabbrica produce tra le 1300 e le 1500 tonnellate di alluminio al mese che vengono esportate anche in Italia e in Europa. Tra i maggiori clienti anche la Tyssen Krupp. Da giugno lo stabilimento è però chiuso e i lavoratori, dopo tre mesi di cassa integrazione ordinaria, ora rischiano di non rimettere più piede in fabbrica. Il 2 ottobre è prevista la decisione delle banche sulla proposta aziendale di concordato preventivo, inviata proprio ieri. Questa mattina i lavoratori hanno avviato un presidio pacifico davanti ai cancelli dello stabilimento. E sono pronti anche ad andare a Roma per manifestare. Al fianco dei lavoratori l’amministrazione comunale di Buccino guidata dal sindaco Nicola Parisi che ha partecipato a numerose videoconferenze con i vertici aziendali della Profilati Italia.

Lascia un Commento