Buccino, concluso iter per trasformare l’area industriale in distretto industriale agroalimentare. L’intervista

Si è concluso ieri sera, l’iter di approvazione della trasformazione dell’area industriale di Buccino in distretto industriale agroalimentare.

Tutto ha avuto inizio a novembre di due anni fa, un percorso iniziato a seguito dell’inclusione della Zona Industriale di Buccino nella aree di crisi non complesse da parte della Regione Campania e portata avanti dal Comune di Buccino che recependo la delibera regionale, ha apportato una modifica di variazione al Piano urbanistico comunale per la sola zona industriale trasformandola in distretto industriale agroalimentare, impedendo così l’insediamento sul territorio di industrie pesanti tra cui le Fonderie Pisano, salvaguardando però, le aziende già attive a Buccino e favorendo gli investimenti da parte di aziende che operano nel settore agroalimentare.

Una variante resa definitiva ieri, con l’approvazione unanime da parte del consiglio comunale e nelle prossime ore verrà pubblicata anche sul Burc della Regione Campania che darà effetto immediato alla variante. Intanto sul fronte delocalizzazione Fonderie Pisano nella zona industriale di Buccino, si attende l’esito del ricorso al Tar presentato dai Pisano e da altre otto aziende non agrolimentari operanti a Buccino, nei confronti del Comune.

Abbiamo incontrato e intervistato il sindaco di Buccino, Nicola Parisi

Nicola Parisi

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento