Buccino, 75enne soffoca la moglie con un cavo elettrico. La donna salvata dai carabinieri

E’ grave l’accusa con cui un uomo di 75 anni ieri è stato arrestato a Buccino. Ha cercato di uccidere la moglie 73enne nella loro abitazione al culmine di una lite.

I carabinieri lo hanno arrestato in flagranza di reato, accertando che il 75enne aveva stretto al collo della donna un cavo elettrico per soffocarla. Le urla dell’anziana signora hanno attirato l’attenzione di uno dei nipoti della coppia dall’appartamento al piano superiore, che si è precipitato giù per le scale allertando i carabinieri al 112.

Giunti sul posto, i militari hanno bussato più di una volta e, non ricevendo risposta, hanno buttato giù la porta d’ingresso. Ad attenderli all’ingresso hanno trovato l’anziano marito della signora che, alla vista dei Carabinieri, ha subito detto: “Arrestatemi pure. Tanto l’ho già ammazzata”.

La donna era a terra, immobile e con ancora il cavo elettrico attorno al collo. L’uomo, dopo le sue dichiarazioni, ha cercato di buttarsi giù dal balcone, ma è stato bloccato ed ammanettato. Poichè i fatti si erano appena consumati è stato chiesto anche l’intervento del 118. Nel frattempo le sono state praticate delle manovre di rianimazione e il cuore della 73enne dopo alcuni minuti ha ripreso a battere. Ha ripreso anche conoscenza.

I medici del 118 si sono poi occupati delle cure del caso ed hanno successivamente trasportato la vittima presso l’ospedale di Oliveto Citra dove è stata ricoverata. Il 75enne è stato arrestato e trasferito al carcere di Fuorni.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento