Brucia il territorio salernitano, il resoconto delle ultime ore da nord a sud della provincia

Continua a bruciare il territorio salernitano, da nord a sud della provincia.

Situazione allarmante nella Valle dell’Irno, in particolare a Baronissi tanto che il sindaco Gianfranco Valiante ha sollecitato l’intervento di nuovi uomini e mezzi. I focolai sono in aree montane dove è necessario l’intervento dei canadair.

“Con i mezzi a disposizione del Comune, nonostante l’azione dei vigili urbani e della Protezione Civile, non riusciamo a controllare la vasta area colpita dagli incendi – così ha detto il sindaco Gianfranco Valiante –abbiamo chiesto un supporto maggiore per fronteggiare l’emergenza ma la situazione è gravissima in tutta la Campania”.

Un grosso incendio è divampato anche nei pressi della Parrocchia S.S. Salvatore.

Diversi roghi sono ancora attivi soprattutto sul Versante Ovest in una zona medio alta dove l’intervento dei volontari è difficile.

Resta difficile anche la situazione sul monte che si affaccia su Citola, la montagna che divide la frazione di Sant’Anna di Cava de’Tirreni e Spiano di Mercato San Severino, vicino anche ad Acquarola.

Non va meglio nel Vallo di Diano.

Dalla tarda serata di ieri brucia l’area del Passo della Sentinella, nel comune di San Rufo, con il rischio che venga chiusa al transito la SS166 che porta a Corleto Monforte. Sul posto, per capire l’entità dei danni, anche il sindaco Michele Marmo.

San Rufo, Passo della Sentinella la scorsa notte

Ma le fiamme stanno divorando decine di ettari di vegetazione mediterranea anche nel Cilento tanto che la comunità montana Bussento, Lambro e Mingardo, che ha sede a Futani, nel cuore del Cilento ha deciso di lanciare un appello invitando tutti a segnalare gli incendi al numero 800.21.52.37 o allo 0974.98.40.28.

Lascia un Commento