Bomba a Capodanno a Firenze, ferito poliziotto di Acerno. Condannati i responsabili

Sono stati condannati a pene fino a 9 anni e 10 mesi di reclusione gli anarchici accusati di aver piazzato la bomba che, il giorno di Capodanno del 2017, a Firenze davanti a una libreria ritenuta vicina a Casapound, causò il grave ferimento dell’artificiere della polizia Mario Vece, originario di Acerno, nel Salernitano.

Dei 39 indagati iniziali, erano state richieste condanne, a vario titolo, per 28 appartenenti all’area antagonista. Le condanne più alte sono state inflitte ad un gruppo di 5 anarchici ritenuti gli attentatori materiali. 

L’artificiere Mario Vece, intervenuto per mettere in sicurezza la zona, fu investito dall’esplosione che gli provocò la perdita di una mano. 

Il 6 aprile del 2017, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, conferì la medaglia d’oro al valore civile al poliziotto originario di Acerno per il coraggio dimostrato. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento