BOLOGNA – Condannato a 12 anni imprenditore originario di Salerno

Condannato dalla Corte d’Appello di Bologna a 12 anni di reclusione per avere procurato con calci e pugni, sette anni fa sul litorale ravennate, l’aborto dell’allora giovane amante, simulando poi la rapina di un delinquente di passaggio. Il protagonista della vicenda è l’immobiliarista forlivese Pierino Isoldi, 55enne originario della provincia di Salerno ma da sempre residente in provincia di Forlì, imputato anche di rapina e di lesioni personali pluriaggravate.
Stando a quanto emerso dalle indagini Isoldi la sera del 6 dicembre 2005 nell’atrio di un condominio di Pinarella di Cervia aggredì la ex compagna incinta di cinque mesi. E dopo averla tramortita con un panno imbevuto di cloroformio, la picchiò fino a procurarle un aborto per poi simulare l’aggressione di uno sconosciuto a scopo di rapina. Alla donna é già stata liquidata la provvisionale da 100mila euro assegnatale in primo grado. Ora dovrà ricorrere alla giustizia civile per definire il risarcimento in suo favore.

Lascia un Commento