Boccia (Confindustria) a Cava de’ Tirreni. “Positivo invito Governo su incontro piccole e medie imprese”

Ha parlato di economia e sviluppo ieri a Cava de’ Tirreni il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine della scuola di formazione politica intitolata al generale Domenico Gasparri.

Boccia ha commentato positivamente l’invito del vicepremier, Luigi Di Maio, per l’incontro sulle Piccole e Medie Imprese previsto per martedì. “Se si allarga sulla manovra economica ben venga, perché si apre un confronto tra noi e gli altri colleghi che saranno con noi sul merito della manovra economica che affronteremo insieme ai due esponenti del Governo, Di Maio e Salvini” così ha affermato Boccia.

Tra i punti sui i quali ci si soffermerà, anche la necessità di “non depotenziare gli strumenti legati a Industria 4.0, non ridurre della metà addirittura la dotazione per il credito d’imposta, investimenti, ricerca e sviluppo, non ridurre la dotazione per il credito d’imposta su Mezzogiorno sugli investimenti”.

Boccia infatti ha spiegato che “il credito di imposta ha determinato prenotazioni per investimenti privati di più 6 miliardi solo per il Mezzogiorno e quei provvedimenti hanno determinato, nel 2017 rispetto al 2016, un +30% di investimenti privati e un +7% di export”.

Per il presidente di Confindustria “occorre accelerare sugli investimenti privati che sono i primi che partono nel Paese. La formula magica per ripartire è avere un’idea di grandi obiettivi-Paese a partire dall’incremento del lavoro, dell’occupazione e, di conseguenza, fare delle politiche”.

Il presidente di Confindustria ha sottolineato anche che la politica deve riappropriarsi “del suo primato” affinché “trasformi speranza in certezza e sogni in realtà e non cavalchi ansie né colpe. La politica è soluzione, dia un’idea di futuro al Paese”.

Lascia un Commento