Blitz antidroga nella Piana del Sele, 92 richieste di rinvio a giudizio

Arriverà il prossimo 11 ottobre sulla scrivania del GIP Indinnimeo del Tribunale di Salerno, la maxi richiesta di rinvio a giudizio presentata dai Sostituti Procuratori Colamonici e Guarriello, in riferimento alle persone coinvolte nel blitz antidroga del marzo scorso.

Ben 92 le richieste di rinvio a giudizio. L’operazione, denominata “Omnia”, scattò l’8 marzo scorso, a conclusione dell’indagine avviata nel gennaio 2011, tra Salerno, Acerno, Battipaglia, Bellizzi, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Nocera Inferiore, Olevano sul Tusciano e Pontecagnano Faiano.

24 le ordinanze di custodia e carcere per 23 accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti ed una molteplicità di reati.

Le indagini però riguardavano altre 69 persone su cui gli investigatori soffermarono l’attenzione sempre per gli stessi reati, seguendo due strade. La prima, le attività economiche di un gruppo criminale intenzionato ad affermare la propria sopremazia nel trasporto dei prodotti ortofrutticoli, nella Piana del Sele, imponendo delle società collegate a propri esponenti. La seconda, il controllo del traffico di sostanze stupefacenti.

Lascia un Commento