Blitz anti-assenteismo al comune di Scafati, 10 dipendenti interdetti dai pubblici uffici

Blitz anti-assenteismo a Scafati dove i finanzieri della locale Compagnia e del Comando Provinciale di Salerno, coordinati dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, hanno notificato 10 misure cautelari ad altrettanti dipendenti del Comune che sono stati interdetti dai pubblici uffici.

Sono ritenuti responsabili di reiterate condotte di assenteismo e abbandono del posto di lavoro. I provvedimenti sono scattati al termine di 5 mesi di indagini che hanno permesso di appurare che i 10 dipendenti comunali registravano la loro presenza sul lavoro ma poi si allontanavano, per fare acquisti, dedicarsi a faccende personali come riparare biciclette e per fare lunghe passeggiate fino al santuario della vicina cittadina di Pompei.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, centinaia di ore lavorative sono state falsamente registrate dai 10 furbetti ma pagate dal Comune. Alcuni agivano anche in accordo tra loro, scambiandosi reciprocamente il “favore” della timbratura del cartellino, consentendo così ai colleghi di arrivare in ritardo in ufficio ovvero, in alcuni casi, di non presentarsi proprio per nulla sul posto di lavoro.

I dipendenti infedeli del Comune di Scafati sono stati smascherati attraverso pedinamenti, videoregistrazioni e con l’utilizzo di telecamere nascoste. 

Tutti devono rispondere di truffa ai danni dello Stato e false attestazioni.

Lascia un Commento