Bimbo ustionato al Ruggi di Salerno, la nota dell’Azienda Ospedaliera

“Sono cose che non dovrebbero mai accadere ma purtroppo è capitato un errore umano il che significa che ci sono delle vere e proprie responsabilità” così ha commentato il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi di Salerno,  Giuseppe Longo, l’episodio che ieri mattina ha visto coinvolto un neonato rimasto ustionato al reparto di Neonatologia a causa dell’acqua troppo calda usata per fare il bagnetto dopo il parto.

Il piccolo è stato trasferito al Cardarelli di Napoli. Le sue condizioni sono stabili, è in culla termica, respira autonomamente e si alimenta da solo. Ha un’ustione di secondo grado che copre il 20 % del corpo e interessa la parte alta degli arti inferiori e i glutei.

In mattinata sono state presentate anche le scuse alla famiglia a nome di tutta l’Azienda che procederà in tempi molto rapidi ad individuare gli eventuali responsabili ed attivare la commissione disciplinare, così ha assicurato ancora Longo.

“Non ci sono parole davanti a un dramma di tali proporzioni, ma l’episodio merita una riflessione seria e priva di polemiche sterili”. Così ha commentato Mario Polichetti, dirigente della Fials provinciale, che si dice fiducioso sulll’individuazione dei responsabili di quanto accaduto anche per difendere il buon nome dell’ospedale di Salerno, soprattutto legato al reparto di neonatologia e al buon esito delle gravidanze difficili.

Lascia un Commento