Bimba morta a Sant’Egidio del Monte Albino, medico legale dopo autopsia “caso particolare”

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Il medico legale Giuseppe Consalvo ha detto solo che si tratta di un “caso particolare” ieri sera lasciando l’obitorio dell’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore al termine dell’autopsia sul corpicino della bimba di otto mesi giunta già senza vita sabato notte in ospedale, proveniente da Sant’Egidio del Monte Albino.

“Non posso dire niente, c’è il segreto istruttorio” ha spiegato il dottor Consalvo. L’esito dell’esame autoptico sarà fondamentale per appurare le cause del decesso e le eventuali responsabilità. Al momento il padre della piccola, Giuseppe Passariello, di 37 anni, è rinchiuso nel carcere di Fuorni  a Salerno, con la pesante accusa di omicidio volontario aggravato. La moglie Immacolata è indagata a piede libero per la stessa accusa. 

L’uomo è gravemente indiziato di “ripetuti maltrattamenti che hanno causato la morte” della figlioletta “quale conseguenza delle lesioni riportate, aggravate dall’omissione reiterata dei necessari soccorsi”. Passariello è stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno domenica scorsa, alla stazione ferroviaria di Salerno. Secondo gli investigatori il 37enne poteva allontanarsi facendo perdere le proprie tracce. Per queste ragioni è stato fermato e portato in carcere. 

Le indagini della Polizia erano scattate subito dopo l’arrivo della neonata in ospedale a Nocera Inferiore. La piccola, trasportata da un’ambulanza del 118, era giunta all’Umberto I già priva di vita. I medici che avevano tentato invano di rianimarla avevano notato i vari lividi e le escoriazioni sul suo corpicino, avvisando subito l’autorità giudiziaria.

Dagli accertamenti è emerso un contesto difficile in cui viveva la famiglia della piccola Iolanda. Passariello ha diversi precedenti a suo carico ed aveva lasciato poco tempo fa una comunità di recupero per tossicodipendenti. Era tornato a Sant’Egidio del Monte Albino, dove viveva da un anno e mezzo insieme con la moglie, la piccola e un altro bimbo di due anni che è stato affidato ai nonni.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento