Beni culturali, Zuchtriegel non è tra i bocciati dal TAR. Il rischio però resta

I Templi di Paestum

I Templi di Paestum

Arrivano chiarimenti dal Ministero dopo la notizia bomba della bocciatura da parte del Tar del Lazio di cinque nomine di Direttori dei cosiddetti “Super Musei” effettuate dal Ministero dei Beni e Attività Culturali. 

Nell’elenco dei bocciati, al contrario di quanto emerso questa mattina, infatti, non figura il nome del Direttore del Parco e Museo Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel.

Proprio sulla provenienza estera di alcuni dei bocciati si è basato l’accoglimento di candidati esclusi dalla nomina. Secondo Alfonso Andria, componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ente Autonomo Parco e Museo Archeologico di Paestum, se il consiglio di Stato dovesse dar ragione ai giudici del primo grado, non si escludono ripercussioni anche sulla permanenza del giovane direttore tedesco.

Sulla vicenda ha commentato lo sesso Zuchtriegel che all’ANSA ha detto: “spero che ricerca, tutela e valorizzazione nei musei italiani vadano avanti, con o senza Zuchtriegel”.

Gabriel Zuchtriegel, si è detto poi commosso e grato per tutti i messaggi di sostegno. “Per quanto riguarda il Tar non entro nel merito. A mio avviso è importante che il percorso che a Paestum ha prodotto dei risultati significativi, non sia condizionato da ‘personalia’”. Ha concluso
Carmela Santi ha raccolto il parere di Alfonso Andria
Andria su bocciatura Tar

Lascia un Commento