BENI CULTURALI – Nuovo disegno di legge, carcere per chi deturpa i monumenti

Carcere per chi deturpa i monumenti: è quanto prevede un disegno di legge delega approvato dal Consiglio dei Ministri a contrasto dei reati in danno del patrimonio culturale. Lo rende noto Gennaro Miccio, soprintendente di Salerno e Avellino, il quale spiega che in tal modo viene introdotto il delitto di “danneggiamento, deturpamento o imbrattamento di beni culturali o paesaggistici”, e che per il “furto d’arte” è stata prevista una reclusione che può arrivare ai sei anni. Altre misure riguardano la ricerca illecita di beni archeologici mediante metal detector: a tal proposito verrà punito chi verrà trovato ingiustificatamente in possesso di metal detector all’interno di un’area archeologica.

Lascia un Commento