Beni culturali nel Salernitano, tutti i finanziamenti dalla Regione

Finanziamenti in arrivo anche per i beni culturali nell’ambito del pacchetto di opere da 1,5 miliardi di euro illustrato a Salerno dal governatore Vincenzo De Luca.

A Salerno sarà restaurato il campanile del Duomo con fondi per la sicurezza sismica ed i cui lavori hanno bisogno di risorse per circa 600mila euro. Il campanile, alto 52 metri, è un esempio di architettura arabo-normanna. Fu fatto realizzare dall’arcivescovo Guglielmo da Ravenna vescovo a Salerno dal 1137 al 1152. Le sue forme rimandano a precise simbologie bibliche. I piani della torre sono tre, numero equivalente ai livelli dell’Universo secondo le Sacre scritture. In cima la cupola, la cui forma sferica perfetta rappresenta Dio.

Ma il piano prevede anche altri finanziamenti per il comune capoluogo. Infatti, si prevedono una serie di lavori di manutenzione per Palazzo Ruggi d’Aragona per un valore di altri 600mila euro.

Per quanto riguarda il resto della provincia salernitana, nell’elenco ci sono il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno ed un progetto per il miglioramento dell’accessibilità al Parco archeologico di Paestum: 2,5 milioni euro per eliminare le barriere architettoniche.

Alla Certosa di Padula, si prevedono una serie di lavori per il miglioramento sismico della struttura per un valore totale di oltre 6 milioni di euro. Stesso tipo d’intervento per l’Antiquarium di Sala Consilina per un importo di 1 milione e 250mila euro.

Negli interventi per la prevenzione dal rischio sismico compaiono anche la caserma Tofano di Nocera Inferiore, il campanile del Duomo di Amalfi per un totale di 800mila euro e quello della Torre del Castello di Policastro Bussentino per altri 500mila euro.

Infine proprio ieri il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha approvato un finanziamento di 3 milioni di euro per il restauro della Scuola medica salernitana allo scopo di ospitare un parco letterario e scientifico.  

Altro intervento che ha ricevuto il via libera del Cipe è il completamento della Giffoni Multimedia Valley: stanziati 3 milioni di euro.

Lascia un Commento