Beni confiscati alle mafie, ventennale della Legge 109. Due iniziative nel Salernitano

Ricorre oggi il ventennale dell’entrata in vigore della legge 109 per l'uso sociale dei beni confiscati alle mafie che nel 1996 ha rappresentato una svolta epocale nel contrasto alle mafie nel nostro Paese.

Per ricordare lo speciale anniversario Libera, Associazione nomi e numeri contro le mafie, ha organizzato l’evento "BeneItalia. Beni confiscati restituiti alla collettività". Un open day per approfondire e riflettere sui risvolti innovativi di una legge.

Due eventi anche nel Salernitano: a Roccapiemonte dove dopo 31 anni dalla sua confisca sono state rialzate le serrande ad un locale nel corso di una cerimonia con Forze dell'Ordine, gli studenti del Liceo Rescigno, amministrazione comunale, associazioni del territorio e cittadini. L’altro evento con la partecipazione delle scuole a Battipaglia al Caffè 21, altro bene confiscato e assegnato tramite bando pubblico in provincia di Salerno.

 

Abbiamo fatto un bilancio di questi primi 20 anni della legge 109 questa mattina a Radio Alfa con il responsabile dei beni confiscati di Libera Campania, Christian Falcone

Riascoltalo QUI

Falcone su Beni confiscati alle mafie

Lascia un Commento