Beni confiscati a Sarno, in arrivo fondi dalla Regione

E’ stato concesso al Comune di Sarno il primo acconto di 150mila euro sulla somma totale di 1 milione e mezzo di euro che consentirà l’avvio della procedura di gara per l’esecuzione della progettazione per la ristrutturazione della Masseria di via Ingegno, un bene confiscato. I fondi sono stati stanziati dalla Regione Campania.

L’ assessore comunale Esposito aveva sottoscritto una convenzione e predisposto gli adempimenti necessari da parte dell’Ufficio Tecnico per ottenere il finanziamento. L’intervento consentirà la realizzazione di un ecomuseo agricolo, per la valorizzazione dei prodotti agricoli e l’arte culinaria tipica locale, e contribuirà al recupero urbanistico dell’intera area di via Ingegno, valorizzando i beni confiscati alla criminalità organizzata e ponendoli al servizio della comunità.

Lascia un Commento