Benevento – Muore in carcere Fulvio Ler, il salernitano accusato di pedofilia

E’ morto Fulvio Ler, il 53enne di Salerno, rinchiuso in carcere a Benevento con la pesante accusa di pedofilia, e in attesa del processo. Malato di diabete, era entrato in coma domenica scorsa, sembra dopo aver bevuto una bevanda molto zuccherata. Trasferito all’ospedale di Benevento, è morto ieri sera. Ler era noto con il soprannome di “O boscaiolo” e per la sua forte passione calcistica verso la Salernitana. Alcuni anni fa aveva fondato anche un gruppo ultras. Era stato arrestato a maggio scorso a seguito della denuncia di una donna 26enne che, dopo 20 anni, aveva raccontato di aver subito le "attenzioni molto particolari" di Ler che per questo motivo doveva essere processato con rito abbreviato.

Lascia un Commento