BELLUNO – Elicottero precipitato. Un pilota era già scampato ad un incidente

I due uomini morti nell’elicottero della ditta salernitana precipitato ieri nel bellunese sono Felice Faivano, 36 anni, di Visciano in provincia di Napoli, e Silvio Botto Steglia, 37 anni, residente in Piemonte. I due erano a bordo del velivolo della ditta Smart Elicotteri di Ogliastro Cilento con il compito di distribuire delle esche antirabbia per la vaccinazione periodica degli animali selvatici. In base ad una prima ricostruzione, l’elicottero, intorno alle 11,30 si era da poco alzato in volo quando, forse a causa della fitta nebbia, avrebbe toccato i fili della media tensione e poi il tetto di un’abitazione, cadendo infine nei campi tra due strade comunali. Sotto choc le due donne che abitano nella casa sfiorata dal velivolo rimaste miracolosamente illese. Sul fatto l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta di sicurezza.

Nel 2007 il 37enne Botto Steglia si era salvato dalla caduta del suo elicottero nella zona di Benevento. Il velivolo era di proprietà di una società privata convenzionata con la Regione Campania per il servizio di vigilanza antincendio. Botto Steglia aveva riportato solo qualche contusione, ma questa volta la fortuna non lo ha assistito.

Lascia un Commento