Bellizzi (SA) – Uccide l’amico per futili motivi, arrestato un 36enne

Ha ucciso a coltellate l’amico al culmine di un litigio avvenuto per futili motivi nella notte tra sabato e domenica a Bellizzi in un appartamento di via Pio XI. La vittima è Massimo Campagnaro, 48 anni del posto. Viveva nell’abitazione dell’amico, un 36enne tossicodipendente, originario di Napoli e di fatto residente a Bellizzi nell’abitazione di proprietà del padre. Da quanto si è appreso, i due avrebbero avuto intorno all’una di notte una discussione durante la quale il 36enne avrebbe impugnato un coltello da cucina, con il quale avrebbe inferto due coltellate che hanno raggiunto all’addome e alle spalle l’amico. Il 48enne ha tentato di mettersi in salvo fuggendo a piedi dall’abitazione e infatti il corpo ormai esanime di Campagnaro è stato trovato dai carabinieri a circa 200 metri dall’abitazione, nella quale il 36enne si trovava ancora con il coltello intriso di sangue. L’uomo, che è in cura presso il Sert di Battipaglia, alla vista dei militari ha tentato di aggredirli ma è stato bloccato e condotto in caserma.

Lascia un Commento