Battipaglia, tre arresti ed esecuzione di un mandato di arresto europeo

Varie operazioni dei poliziotti del Commissariato di Battipaglia. Gli agenti hanno arrestato un pregiudicato 59enne di Roccadaspide che nella sua proprietà conduceva una piantagione di marijuana.

Al termine di accurate attività investigative, i poliziotti hanno scoperto in un terreno vicino alla sua abitazione 150 piante di canapa indiana, altra sostanza già essiccata e diverse piantine in vaso. Altra sostanza è stata ritrovata nell’abitazione dell’uomo insieme a una bilancia elettronica di precisione. Tra l’altro, mentre era in corso l’attività degli agenti, è arrivato presso l’abitazione del 59enne un cittadino residente in un comune vicino, di 34 anni, che è stato perquisito e trovato in possesso di marijuana e hashish, e di due tritaerba in metallo. Pertanto i due sono stati arrestati.

Nella stessa giornata gli agenti hanno arrestato un pregiudicato 39enne di Battipaglia che aveva organizzato una fiorente attività di spaccio tra la propria abitazione e la sede della ditta presso la quale lavora. Gli agenti lo hanno perquisito mentre si trovava a lavoro, e trovato in possesso di hashish. Altre stecche della stessa sostanza sono state scoperte durante la perquisizione presso la sua abitazione, insieme ad un coltello a serramanico con la lama intrisa della stessa sostanza stupefacente. E’ stato dunque arrestato.

Infine gli agenti della Sezione Immigrazione del Commissariato di Battipaglia hanno arrestato presso l’aeroporto di Roma-Fiumicino un pregiudicato 36enne di nazionalità dominicana, in esecuzione di un mandato di arresto europeo della Corte di Appello di Napoli, su segnalazione del Commissariato di Battipaglia, per il reato di traffico di sostanze stupefacenti. L’uomo, ricercato internazionale ed estradato dalle autorità spagnole, è stato condotto presso la casa circondariale di Rebibbia.

Lascia un Commento