Battipaglia. Stir fermo, a rischio collasso il ciclo dei rifiuti

Lo Stir di Battipaglia è fermo da oltre 24 ore. Sono saturi i capannoni destinati ad ospitare la frazione umida tritovagliata.

L’intero ciclo dei rifiuti rischia il collasso.

Già nella giornata di giovedì in realtà si erano verificati problemi e solo la metà dei comuni aveva potuto conferire l’umido, circa 250 tonnellate. Ieri i disagi sono aumentati con lo stop alle attività.
Si lavora freneticamente per riattivare l’impianto per domani mattina. L’idea è quella di liberare un capannone che è occupato da 800 balle tanto da garantire lo stoccaggio della frazione umida per una decina di giorni almeno.

Tra le cause dello stop, in primis le difficoltà economiche di Ecoambiente, la società provinciale che gestisce l’impianto, ma anche il rallentamento del trasporto dei rifiuti fuori Regione. 

Lascia un Commento