Battipaglia si oppone allo stoccaggio di 3mila tonnellate di ecoballe all’impianto Stir

La giunta comunale di Battipaglia ha approvato, nella seduta di ieri, una delibera contraria all’ordinanza del Presidente della Provincia che prevede lo stoccaggio presso l’impianto Stir della zona industriale fino a 3000 tonnellate di ecoballe.

L’ordinanza della Provincia fa seguito al blocco del termovalorizzatore di Acerra e ordina alla società EcoAmbiente che gestisce lo Stir di ridurre la quantità di rifiuti trasferita almeno fino al 4 settembre prossimo.

La delibera è stata inviata, oltre che al Presidente della Giunta Regionale della Campania Vincenzo De Luca e al prefetto di Salerno Salvatore Malfi, anche al Presidente della Provincia con l’invito a revocare la decisione.

“Il Presidente della Provincia Giuseppe Canfora non ha nemmeno ritenuto di dover avvisare il sindaco di Battipaglia di questa iniziativa – così ha detto la sindaca Cecilia Francese  Il nostro territorio, con la presenza di 6 impianti che trattano rifiuti è già ampiamente invaso da problematiche ambientali che la nostra amministrazione sta cercando di risolvere e non vedo perché dobbiamo accollarci questo ulteriore aggravio a danno dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Lascia un Commento