Battipaglia (SA) – Violenza su una polacca, si aggrava la posizione del marocchino arrestato

Si aggrava la posizione del cittadino marocchino, di 36 anni, arrestato la settimana scorsa per il tentato omicidio di una badante polacca, di 54 anni, trovata in fin di vita dai carabinieri alla periferia di Battipaglia, e attualmente ricoverata in gravi condizioni nell’ospedale della città. L’uomo è accusato anche di violenza sessuale. Nei suoi confronti il Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei in cui viene contestato il reato di violenza sessuale. I Carabinieri hanno ricostruito anche la giornata di terrore vissuta dalla donna straniera che vive lavora a Campagna. Giunta in pullman a Battipaglia, venerdì mattina, intorno alle 6, si era fermata nei pressi dello svincolo autostradale della città e costretta ad appartarsi per un bisogno fisiologico era stata aggredita alle spalle dall’extracomuntario ubriaco. L’uomo, secondo la ricostruzione degli investigatori, l’aveva condotta con la forza all’interno della roulotte fatiscente, in cui abitava ed aveva abusato di lei ripetutamente picchiandola selvaggiamente. L’uomo si era allontanato e la donna, nonostante le gravi condizioni, era riuscita ad avvisare i carabinieri con il suo telefonino.

Lascia un Commento