Battipaglia (SA) – Spara a un ex dipendente che lo minacciava per essere riassunto. Arrestato

Ha sparato ad un ex dipendente della ditta presso la quale lavora, per difendersi dalle minacce del licenziato che voleva essere riassunto. È accaduto a Battipaglia. Giuseppe di Lucia, di 62 anni, nato ad Albanella, è stato arrestato dalla polizia per porto e detenzione abusiva di arma da fuoco al fine di commettere il reato di tentato omicidio ai danni dell’ex dipendente dell’azienda, un 40enne battipagliese. Le accuse sono anche di spari in luogo pubblico e omessa ripetizione di denuncia dell’arma. La pistola usata da Di Lucia, una Beretta calibro 7,65, 6 cartucce inesplose e 2 bossoli sono stati sequestrati. I Poliziotti hanno accertato che la vittima ritenendo Di Lucia, responsabile, quale capo squadra, del suo licenziamento avvenuto tempo fa, lo aveva già minacciato ed aggredito, procurandogli lesioni, per vendicarsi e per costringerlo a farlo riassumere. Di Lucia, ieri pomeriggio, all’uscita dal lavoro, ha trovato nuovamente ad attenderlo il 40enne che lo ha minacciato ancora una volta con un oggetto contundente e, per difendersi, l’arrestato ha estratto la pistola da una borsa ed ha sparato due colpi contro di lui senza riuscire a colpirlo. L’immediato intervento dei Poliziotti ha evitato che venissero esplosi altri colpi di pistola ed ha consentito l’arresto in flagranza di reato di Di Lucia.

Lascia un Commento