Battipaglia (SA) – Minacciano di incendiare il suo negozio se non paga, lei li fa arrestare

Avevano minacciato la titolare di una sala giochi di Battipaglia: se non avesse pagato il pizzo, le avrebbero incendiato il negozio. La donna non ha ceduto, denunciando tutto ai carabinieri che alle prime luci dell’alba hanno fatto scattare il blitz a Battipaglia, Guglionesi (Cb) e Sicignano degli Alburni. In manette sono finiti tre pregiudicati di 36, 20 e 26 anni, sottoponendo all’obbligo di presentazione alla P.G. la compagna di quest’ultimo, una cittadina albanese. I quattro sono ritenuti responsabili del reato di tentata estorsione aggravata. Il pregiudicato battipagliese, già gravato da gravi precedenti penali e ritenuto vicino ad un clan camorristico della zona è stato tradsferito al carcere di Salerno, mentre gli altri due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Le indagini dei Carabinieri, hanno rivelato che i tre, con un ingegnoso meccanismo, riuscivano anche a manomettere i videopoker comunemente denominati “Gallina” conseguendo delle consistenti vincite in danaro.

Lascia un Commento