Battipaglia: Ragazze minorenni fuggono da casa. Pentite si rivolgono ai carabinieri

Due ragazze minorenni fuggite di casa, infreddolite e zuppe d’acqua a causa della pioggia, nella notte appena trascorsa, hanno citofonato alla caserma dei carabinieri di Battipaglia chiedendo da loro un riparo per trascorrere la notte. Mentre le ragazze venivano rifocillate e rincuorate, immediatamente la centrale operativa ha contattato le famiglie delle due amiche 16enni, che ieri non sono tornate a casa dalla scuola. I loro genitori si sono precipitati a Battipaglia e, tra le lacrime, hanno riabbracciato le ragazze.

Le due amiche avevano detto alle famiglie di non preoccuparsi perché avrebbero passato la notte a casa di una loro compagna di scuola. Avevano invece progettato una fuga che però si è interrotta dopo appena 27 chilometri sotto un acquazzone a Battipaglia. Avevano intenzione di trascorrere qualche giorno in una città grande ma alle prime difficoltà legate al maltempo e alla notte che incombeva hanno pensato bene di ritornare sui loro passi.

Lascia un Commento