Battipaglia, corso di cucina per malati di Parkinson

Insegnare ai pazienti affetti da Parkinson le strategie per un’alimentazione sicura e consapevole, senza rinunciare alla convivialità e ai piaceri della tavola. E’ la finalità del progetto “Ricomincio a cucinare”, dell’associazione moto perpetuo di Salerno, che da oltre dieci anni è vicina alle persone affette da malattie neurodegenerative e ai loro familiari.

La proposta è piaciuta all’Accademia Limpe-Dismov, l’istituzione scientifica che raccoglie gli operatori coinvolti dalla malattia di Parkinson, tanto da essere premiata nel corso del IV congresso dell’associazione che si è svolto a Roma il 24 Maggio.

Il progetto include un corso di cucina con tre incontri a partire dal 18 ottobre, presso la tenuta Marandino di Battipaglia, rivolto a venti pazienti e ai loro familiari.

Il corso ha tra gli obiettivi quello di prevenire la malnutrizione dovuta alla difficoltà di masticazione e deglutizione, che si ripercuotono sulla sicurezza e sui tempi di consumo dei pasti, fattore questo, che  causa disagio non solo nei pazienti ma anche nei caregiver. Tra i temi affrontati negli incontri, a cura degli specialisti, anche i consigli per ottimizzare l’efficacia dei farmaci anti Parkinson con una dieta accurata.

Per la parte pratica, gli chef Alessandro Chiavi e Hicham Hykam  insegneranno, in un’ottica di sicurezza, tecniche culinarie per modificare la consistenza dei cibi, in modo da renderli facilmente ingeribili, senza alterare il gusto, l’aspetto e le proprietà nutrizionali

Lascia un Commento