Battipaglia: Caso Scifo, via libera dal Consolato americano al trasferimento

La buona e attesa notizia è arrivata: Emanuele Scifo, il giovane infermiere 33enne di Battipaglia, affetto da una grava malattia potrà operarsi a Miami, negli Stati Uniti. Il Consolato americano a Napoli, da quanto scrive il quotidiano La Città, ha dato il via libera per consentire a Emanuele di ottenere il visto necessario a raggiungere gli States.

Il giovane, per il quale è in atto una vera e propria gara di solidarietà anche oltre i confini salernitani, dovrà subire il trapianto di stomaco, duodeno, pancreas, milza, intestino tenue e crasso per avere una speranza concreta di sopravvivenza. Dovrà rimane all’estero per circa nove mesi, tre mesi prima dell’intervento e sei dopo la delicatissima operazione. per questa trasferta salvavita negli Stati Uniti occorreva almeno 1 milione di euro. Con l’intervento dell’Asl e con i fondi raccolti attraverso iniziative solidali è stata raggiunta la cifra di circa 1 milione e 200mila euro.

Lascia un Commento