BASILICATA – Idrocarburi in acqua Leggera, stop al commercio

L’Azienda imbottigliatrice dell’Acqua Oligominerale ‘Leggera’, prodotta in Basilicata, informa che alcuni lotti di bottiglie potrebbero contenere "tracce di composti organici di idrocarburi aromatici": per questa ragione ha bloccato il confezionamento di questi prodotti presenti in magazzino e ha invitato tutti i propri clienti delle regioni Basilicata, Campania e Puglia, nelle quali questi lotti sono stati distribuiti, a ritirarli dal commercio. I consumatori che li avessero acquistati invece possono riconsegnarli al punto vendita per farseli sostituire. L’anomalia è stata causata da lavori eseguiti nello stabilimento di imbottigliamento di Monticchio Bagni e riguarda alcune bottiglie in vetro da 1 litro (contrassegnate dal lotto L23AH4L) e alcune bottiglie in Pet (contrassegnate dai lotti L22AH3L, L23AH2L in confezione da 2 litri, dal lotto L23AH1L in confezione da 1,5 litri e dai lotti L22AH2L e L23AH2L in confezione da 0,5 litri). L’Azienda precisa che "anche l’eventuale minima presenza nell’acqua di tracce delle sostanze sopra indicate è facilmente avvertibile al gusto e ne determina il rifiuto da parte di chi beve" e assicura che "sulla base di autorevoli pareri scientifici raccolti", l’eventuale ingestione dell’acqua "non comporta alcun tipo di danno alla salute".

Lascia un Commento