Baronissi, scuola calcio non paga l’uso dello stadio, comune truffato

 

Utilizzava lo stadio ma non pagava il previsto fitto pur mostrando ricevute di versamento. Accade a Baronissi dove il comune ha scoperto un ammanco di quasi 11mila euro dalle casse comunali.
Nel corso delle verifiche, gli addetti comunali sono risaliti ai responsabili. Si tratta di una scuola calcio che tra marzo e giugno dello scorso anno, in cinque occasioni, ha utilizzato lo stadio comunale “Figliolia”, consegnando al comune l’ordinativo dei pagamenti, che in realtà non venivano effettuati

Il regolamento comunale prescrive che il pagamento debba avvenire obbligatoriamente prima dell’utilizzo. La scoperta dell’ammanco è avvenuta a distanza di molti mesi nel corso dei quali l’Associazione sportiva non ha comunque regolarizzato la propria posizione.
L’Associazione, che immediatamente è stata invitata a corrispondere la somma sottratta alle casse comunali, vi ha provveduto parzialmente. Sarà inibita dall’uso dell’impianto comunale in caso di mancato versamento del saldo entro il prossimo 28 febbraio e sarà comunque deferita all’Autorità Giudiziaria.

Lascia un Commento