Baronissi (SA) – Tagli ai servizi del Piano di Zona, il TAR dà ragione a Fisciano

Il Tribunale Amministrativo Regionale, bocciando un provvedimento del Piano di Zona Ambito S2, con sede a Baronissi, ha riattivato i servizi sociali nei comuni di Acerno, Bellizzi, Fisciano e Montecorvino Rovella, poiché debitori delle quote dovute per gli stessi servizi. I servizi sospesi riguardavano il trasporto dei disabili, il telesoccorso ai soggetti affetti da cardiopatie, l’assistenza domiciliare integrata e altri considerati indispensabili per determinate categorie di soggetti. Il Comune di Fisciano aveva contestato la gestione da parte del Comune di Baronissi delle risorse europee, regionali, provinciali e di compartecipazione dei Comuni, e aveva presentato ricorso al Tar. Secondo i giudici amministrativi c’è stata violazione dell’articolo 56 del codice di procedura amministrativa, ritenendo illegittima la sospensione di servizi considerati essenziali per alcune categorie di soggetti che risiedono in un determinato territorio che usufruisce delle prestazioni del Piano di Zona.

Il prossimo 15 novembre è fissata l’udienza in camera di consiglio per la dichiarazione definitiva dell’illegittimità della sospensione dei servizi sociali che, secondo i ricorrenti, è stata imposta dal sindaco di Baronissi. Intanto, i servizi sospesi per una settimana verranno riattivati a partire già da oggi.

Intanto il sindaco Moscatiello ha deciso di costituirsi in giudizio contro il ricorso del Comune di Fisciano. L’iniziativa sarà illustrata in una conferenza stampa convocata stamani, alle 12.30, presso la Sala Giunta. Parteciperà anche il presidente del Piano di Zona S2.

Lascia un Commento