Baronissi (SA) – Presentato il progetto che mette insieme la scuola e lo sport

«Torniamo ad innamorarci dello sport». Giovanni Moscatiello, sindaco di Baronissi, sintetizza così la mission del progetto “Io, la Scuola, lo Sport”,  promosso dall’Amministrazione comunale e presentato stamane in conferenza stampa, insieme a Valentina Freda, consigliere delegato allo Sport, Guglielmo Talento, presidente provinciale del Coni, Antonietta Cembalo, direttrice del circolo didattico, Ciro Amaro, preside dell’Istituto comprensivo Autonomia 82, Basilio Fimiani, preside del liceo scientifico Rescigno. Più sport per i ragazzi, ma soprattutto: più attività sportiva a scuola e più opportunità di fare sport all’aperto negli impianti comunali.
Il progetto, partito da alcuni giorni, coinvolge gli alunni delle Elementari del territorio e si concluderà a giugno con le Olimpiadi di Baronissi: una giornata intera scandita da gare in diverse discipline sportive. A partire dalla corsa, un classico dell’arcipelago sportivo, sino ad arrivare alla pallavolo, al basket, al calcio e persino al salto in lungo. E tutto avverrà in ogni impianto pubblico (chiuso o all’aperto) presente sul territorio comunale: «Questo ci dà l’opportunità di riqualificare l’impiantistica sportiva che abbiamo e di consegnare ai ragazzi luoghi sicuri e puliti dove fare sport», ha sottolineato il primo cittadino.
«Le attività sportive del progetto sono state inserite in orario curriculare – ha sottolineato Antonietta Cembalo – questo per assicurarci che tutti gli allievi potessero partecipare. E’ un’idea meravigliosa che rilancia lo sport e le attività motorie a scuola, ma soprattutto contribuisce a dare autostima e personalità ai ragazzi stessi».
«Gli studenti saranno seguiti da istruttori ed insegnanti che li guideranno in percorsi motori, attività legate allo sviluppo della coordinazione – ha spiegato Valentina Freda – giochi di movimento a coppie ed in gruppo, giochi di ruolo all’interno di storie e situazioni reali ed immaginarie».
«E’ un grande progetto, studiato e delineato in maniera autonoma, ma che si sposa perfettamente con lo spirito dei Giochi Olimpici promosso dal Coni provinciale. La cosa interessante è che nessuno di noi due, Comune e Coni, sapeva del progetto in cantiere dell’altro, salvo poi ritrovarci insieme nella fase di lancio delle idee. Anche Baronissi parteciperà ai Giochi della Provincia di Salerno ed entrambe le cose vanno di pari passo».
Ai Giochi provinciali hanno già aderito 65 Comuni su 150. L’obiettivo è quello di raccogliere, ovviamente, il maggior numero di partecipanti.
«Oggi registriamo una grande disaffezione  dei ragazzi verso lo sport – ha dichiarato Guglielmo Talento – ma il dato preoccupante che ho avuto modo di registrare è un altro ancora, e cioè che il 50% dei Comuni della provincia di Salerno non ha una società sportiva. E’ un dato su cui riflettere».

Lascia un Commento